La lettura del week end – Fine luglio

gbJuly

Buon sabato lettrici e lettori! Luglio volge al termine e mi lascia molte cose su cui poter rivolgere uno sguardo curioso. Ho letto meno di quanto mi aspettassi ma ho studiato molto e superato la sessione estiva, la mia prima. Tuttavia non mi son mancati libri su cui esercitarmi, specialmente per quanto riguarda la lingua inglese. Ho letto un candidato allo Strega 2017 e approfondito classici della letteratura, spaziando dal genere del teatro, alla poesia, al romanzo. Ho conosciuto autori nuovi e diversi approcci alla vita culturale di un paese in crisi. Insomma, ho imparato molto e mi sono divertita tra tutti i mal di testa, gli attimi di incertezza, i giorni negativi e i giorni positivi, tra le serate di festeggiamenti per amici e parenti e quelle di bevute alla nostra salute. Non sono mai caduta, ho inciampato, forse, ma le mie gambe non si sono mai fermate né si fermeranno proprio adesso.
Luglio sta finendo e questa data si porta dentro un pezzo di storia, almeno della mia storia, che conserverò sempre con orgoglio, felicità e nostalgia. Continua a leggere “La lettura del week end – Fine luglio”

Annunci

La lettura del week end

Buona domenica lettrici e lettori! Qui a Roma il tempo promette bene per una passeggiata nel parco e per un picnic in qualche villa soleggiata. Se questi sono i vostri programmi non posso far altro che appoggiare la vostra decisione e darvi giusto un paio di consigli: portate un cappello e… un libro! 😀
Perché cosa c’è di più rilassante di leggere all’aria aperta? Vorrei quindi in questo articolo stilare un breve elenco di titoli, talvolta aggiungerò un commento per spiegare il motivo della scelta, oppure no, in quanto spero che oramai vi fidiate del mio gusto e delle mie scelte di lettura. Altrimenti non continuereste a seguirmi, o no? 😉
Allora, bando alle ciance e via coi titoli! Continua a leggere “La lettura del week end”

La lettura del week end

Buona domenica lettrici e lettori!
Son tornata da voi! Inizio questo articolo ringraziando delle oltre tre mila cinquecento visite raggiunte finora, grazie grazie grazie! 😀
Ripartiamo di gran lena a parlare delle letture dei miei week end, che in alcuni casi saranno titoli di puro svago e piacere e altri di puro studio e piacere (il bello di quando scegli una strada che ti piace e ritieni possa stimolarti 😉 ).
Questa domenica saranno protagonisti un veterano della letteratura, apprezzato ormai da quattrocento anni e che ha regalato alla modernità chiavi importanti per la lettura del mondo e della vita… Ma troverà spazio nelle ore serali la lettura di una sorprendentemente accattivante esordiente. Il bello è che provengono da due mondi distanti dal punto di vista, ovviamente temporale, e da quello spaziale. Un inglese e un’americana. Un uomo e una donna. Perché la letteratura non conosce alcuna discriminazione.

William Shakespeare, Emma Cline.

Del primo ho appena letto le tragedie Otello e Amleto e li sto studiando e analizzando per un esame che avrò a breve (brevissimo!). Indubbiamente due opere di grande rilevanza introspettiva, nonostante piccole pecche qua e là. Mi sarebbe piaciuto conoscere questo grande poeta e non mi sarei affatto stupita di trovarmi di fronte un uomo un po’ triste, come se portasse un fardello sulle spalle come i suoi personaggi. Perché chi non si offuscherebbe un po’ dopo aver capito un minimo come gira il mondo? Ah, beata ignoranza!
Di Emma Cline sto leggendo Le ragazze, regalo di natale fortemente desiderato ma mai richiesto, per questo è stata una splendida sorpresa averlo ricevuto. Il suo romanzo inizia con il tono sapientemente ovattato, per suscitare la sorpresa tipica di chi si avvicina a un vetro appannato e toglie il vapore con la mano, per scoprire che fuori dalla finestra si è appena scatenata una bufera. All’inizio trovo forse un po’ irritante non riconoscere subito i personaggi, ma capisco che questa tecnica può essere tanto rischiosa quanto azzeccata, staremo a vedere.

Ma ditemi di voi, quali letture sono state protagoniste del vostro week end?

La lettura del week end

Buon sabato care lettrici e cari lettori! Come state?
Questa è stata una settimana insolitamente lunga, mi sembrava non finisse mai.
Tuttavia, sto finalmente volgendo al termine di una lettura iniziata qualche tempo fa: Io non sono come voi, libro pubblicato da eris edizioni, scritto da Marco Boba e illustrato da Rocco Lombardi. Da che io ricordi, dopo i mitici “viaggi nel Regno della Fantasia” di Geronimo Stilton, è il primo romanzo illustrato che leggo. Vi dirò, mi piace molto lo stile di Boba, fresco, duro e secco. La storia che racconta mi ricorda poi altre storie, film, video, libri, racconti di persone reali, tanto che sono arrivata a trarre determinate conclusioni delle quali vi parlerò a breve.
Procedendo con le letture estive – cercando di destreggiarmi dai titoli (questi mesi ho proprio esagerato con i libri in lettura) – non ho potuto fare a meno di aggiungerne un’altra. Si tratta di un libro dal genere che mai avrei creduto di apprezzare così tanto, mai infatti avrei pensato che mi avrebbe presa così intensamente. Giocano ovviamente a favore lo stile perfettamente costruito e la sensazione di star guardando delle scene in bianco e nero mentre le righe scorrono veloci nella lettura. Siete curiosi?
Ebbene, ho iniziato la lettura di: Viaggio al termine della notte, di Louis-Ferdinand Céline, nella bellissima edizione di Corbaccio, traduzione di Ernesto Ferrero.

Chi l’avrebbe detto che un romanzo storico mi avrebbe tenuto compagnia nei caldi pomeriggi d’agosto? Ma soprattutto, chi l’avrebbe detto che l’avrei cercato nei momenti di noia? Un piccolo consiglio per tutti voi. Non finiremo mai di conoscerci e di imparare cose nuove su di noi. Dunque non precludiamoci esperienze nuove solo perché in passato abbiamo notato avversità verso di esse. Buttatevi e non abbiate timore di poter sbagliare.

Io non sopporto la storia. Fin da bambina studiarla era un’agonia, imparavo di gente che commetteva gli stessi errori dei padri, dei nonni e, guardandomi intorno, mi accorgevo che non era cambiato proprio nulla. Perciò il mio rapporto con la storia è sempre stato conflittuale. Oggi, con Céline, posso dire… No, la storia non mi piace tuttora, e non so dire se mai mi piacerà. Tuttavia ho riscoperto una curiosità che credevo sopita. Accettate il consiglio! 😉

La lettura del week end

Buon sabato lettrici e lettori!
Eccomi di nuovo tra voi. 🙂
Luglio è iniziato e per quanto mi riguarda si porta dietro alcune letture che avevo programmato a giugno, ahimé, il caldo mi mette KO.
Sapete, ho terminato lo splendido libro di Giulio D’Antona (edito da minimum fax) Non è un mestiere per scrittori. Si è rivelato molto più che un semplice libro, come dice l’autore stesso:

“Questo libro è stato molte cose. All’inizio doveva essere una raccolta di interviste, poi si è trasformato in un’analisi dello stato dell’industria editoriale, poi ancora in un reportage narrativo. Non sta a me decidere qual è la sua forma finale, ma è finito.”

Io ho imparato molte cose leggendo queste storie, compiendo insieme all’autore un tuffo nel passato e un salto nel presente per cercare inutilmente di vedere nel futuro, questo Continua a leggere “La lettura del week end”

La lettura del week end e Letti di notte

Buongiorno e buon sabato lettrici e lettori!
Come forse alcuni di voi saprete, oggi ricorre l’evento Letti di notte! Al quinto anno consecutivo la notte bianca delle librerie sceglie un nuovo tema: le città. Le librerie infatti si trasformeranno in moltissime città, da reinventare, raccontare e promuovere. Sarà un evento a favore dei libri e della lettura durante il quale, in tutta Italia (sul sito trovate tutti gli eventi in programma) si terranno letture a tema arricchite o da spettacoli musicali o da disegni dal vivo e chi più ne ha più ne metta… Insomma, sarà un sabato scoppiettante.
Molti blogger hanno deciso di collaborare con le loro librerie di fiducia scegliendo una città o un paese da raccontare attraverso i libri che hanno più amato. Le piazze si riempiranno di Continua a leggere “La lettura del week end e Letti di notte”

La lettura del week end

Buon sabato cari lettori e care lettrici!
Il mese di giugno è ufficialmente iniziato con le prime gite improvvisate al mare, i primi temporali estivi e i primi aperitivi freschi a dare sollievo alla gola.
Non è tutto, inizio il mese di giugno con delle letture bellissime, delle quali vi ho già parlato qualche giorno fa, che sto portando a termine tra un impegno e l’altro.
Ho terminato da poco Profumo di caffè e cardamomo edito da Atmosphere libri e in questi giorni sto scrivendo le mie impressioni, non è facile.
Continua a leggere “La lettura del week end”

La lettura del week end

Buongiorno lettrici e lettori! Lo so che non è né sabato né domenica, ma questo è stato un fine settimana particolare e non ho avuto modo di scrivere la lettura del week end, perdonatemi.
Tuttavia siamo solo a lunedì, perciò vorrei parlarvi comunque di quali sono state le letture e le riflessioni di questi giorni.

445Iniziamo con Profumo di caffè e cardamomo, edito da Atmosphere libri.
Questo è un romanzo delicato, che mi sta regalando spunti di riflessioni riguardo ai rapporti madre-figlia e padre-figlia non scontati. Purtroppo sto trovando la narrazione troppo pacata, poco carica di emozioni forti, nonostante quello che si potrebbe pensare dall’argomento del libro. Avrei preferito che l’autrice, Badriya al-Bishr, avesse impiegato per questo romanzo uno stile molto più diretto e secco, tale da costituire un piacevole contrasto tra la lettura e le emozioni della protagonista.
In ogni caso si è rivelato un libro piacevole del quale vi parlerò in settimana.

dantonaNon è un mestiere per scrittori. Vivere e fare libri in America edito da minimum fax è un viaggio oltreoceano nei meandri del mercato editoriale americano.
Continua a leggere “La lettura del week end”

La lettura del week end

Buon sabato cari lettori e care lettrici!
Come state? Tutto bene? Qui a Roma il caldo sta prendendo il controllo su tutto, se avete in programma una gita nella Capitale vi consiglio di tirare fuori vestiti estivi, scarpe aperte e, nel caso vi piacciano, ventagli!

La mattinata è volata via, ma dopo pranzo una lettura allieterà il caldo, spero. Si tratta di Profumo di caffè e cardamomo pubblicato da Atmosphere libri. Cosa c’è di meglio che fare un viaggio in Arabia Saudita senza muovere un passo? Specialmente con quest’afa!
Tra le cose belle di questo libro è la voce della protagonista, sicura di sé e della strada che sta percorrendo. Mi trasmette una certa dose di tranquillità. Insomma, sarà una piacevole lettura post-pranzo.

Ho notato inoltre che sto praticamente divorando Non è un mestiere per scrittori. Vivere e fare libri in America pubblicato da minimum fax. Sto sottolineando le parti che mi piacciono di più dal punto di vista formale, per i termini scelti per descrivere una determinata città, oppure i passaggi che ritengo più ricchi di spunti. Faccio piccole orecchie nell’angolo inferiore delle pagine che più mi hanno colpita. Il libro sembra già rovinato dall’usura, pensare che ce l’ho da poco più di una settimana.

Ragazzi oggi spendo poche parole sulla lettura del week end per tuffarmi sul letto con i miei libri.
Buona giornata e buone letture!

La lettura del week end

Buongiorno lettrici e lettori!
Voglio scusarmi per l’assenza di queste settimane – o si tratta di una? Ho perso il conto. Ho avuto molte cose da fare e tra il Salone, il rientro e il cercare di riprendere il ritmo ho preferito dedicare il tempo libero al riposo. Sfrutterò questo week end per fare il pieno di energie e affrontare al meglio la fine di questo mese.
Tra le letture in corso c’è Non è un mestiere per scrittori. Vivere e fare liberi in America di Giulio D’Antona, pubblicato da minimum fax. L’unico appunto che voglio fare è questo: sul titolo compare la parola America, ma potrebbe benissimo essere sostituita con Italia… Non Continua a leggere “La lettura del week end”