Galeotta fu Più libri più liberi e chi la inventò!

plpl16-verticale-1Aspettando Più libri più liberi, la prima fiera dell’editoria che io abbia mai visitato.

Iniziò tutto circa un anno fa quando, dopo aver scelto di interrompere gli studi universitari, mi guardai intorno chiedendomi da dove volevo iniziare. Per prima cosa, mi cercai un impiego – era il periodo estivo e non fu difficile trovare qualcosa. Una volta terminato il periodo estivo il contratto non mi fu rinnovato. Mi trovai quindi a fine settembre non tanto al punto di partenza, quanto ancora più decisa a fare esperienze formative e utili alla mia crescita personale.
Spulciai internet in cerca di un corso di editoria professionale e abbordabile per le mie finanze, la scelta ricadde sul corso principe per redattori editoriali di Oblique Studio. È stata una delle decisioni più belle della mia vita. Ero la più giovane e la meno qualificata rispetto a tutti gli altri compagni di corso, ma la passione che sentivo e che sento tuttora mi spinse ad affrontare quell’avventura con tutta l’umiltà e l’attenzione possibile. Ho cercato di rubare con gli occhi e con le orecchie tutte le sfumature delle spiegazioni e delle esercitazioni. Inoltre, e qui ci ricolleghiamo all’incipit, grazie al corso e soprattutto agli obliqui insegnanti che mi hanno spinta a migliorare e a essere sempre più curiosa verso il mondo che stavo iniziando a studiare, varcai per la prima volta le porte di una fiera dell’editoria.
Ricordo ancora il mio disorientamento, in più ero accaldata per via dell’odissea sui mezzi pubblici e perché ero vestita molto pesante ma non a strati (questo è un concetto che si impara fiera dopo fiera…). I primi minuti li impiegai gironzolando senza una meta precisa, curiosavo tra gli espositori attirata soprattutto dai nomi di case editrici mai sentite prima e mi innamorai di molte di loro. A fine giornata tornai a casa con lo zaino pieno di cataloghi, libri e segnalibri, con un sorriso da guancia a guancia e la consapevolezza di avere molto da fare. Un solo pensiero mi rimbombava in testa: voglio far parte di questo mondo.

È passato un anno da quella bellissima fiera e il pensiero si è radicato ancor di più nella mia mente. Ho fatto molte altre esperienze, ho aperto questo blog, ho conosciuto molte belle persone che condividono le mie stesse passioni, i miei stessi dubbi e le mie stesse paure. Manca poco meno di una settimana a Più libri più liberi 2016 e io sono pronta a raccontarvela ma soprattutto a viverla. Perché ogni fiera dell’editoria ha da regalare nuove emozioni e, non so se l’avete capito, non vedo l’ora!

Ci vediamo lì!

plpl16-orizzontale

Annunci

Un pensiero su “Galeotta fu Più libri più liberi e chi la inventò!

  1. Pingback: I miei attesissimi eventi a #plpl16 – il Diario dei libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...