Mania da lettrice #16

Da qualche mese ho sviluppato una curiosa nuova mania, ovvero l’attenzione e la curiosità per i racconti. Ultimamente sto leggendo diverse raccolte, spinta dalla lettura del libro Il mestiere di scrivere di Carver, che ha notato quanto la forma del racconto breve stia lentamente prendendo piede tra i lettori. Anche a voi sta capitando la stessa cosa? Quanta attenzione avete verso questa forma di scrittura?

Annunci

15 risposte a "Mania da lettrice #16"

Add yours

  1. Devo dire che i racconti non mi attraggono, ma ci sono stati dei veri colpi di fulmine, come mi é successo qualche settimana fa con un libro di racconti ambientati a Venezia. Non é un genere che prediligo, ma non lo osteggio mai per partito preso.

    Piace a 1 persona

  2. Il racconto è pian piano diventato la misura in cui mi ritrovo come lettore. Ho iniziato con i classici americani (Hemingway, Fitzgerald, Carver), poi sono stato travolto dalla narrativa breve latinoamericana: su tutti Cortàzar e Borges, ma anche Ricardo Piglia e Juan Rulfo. E poi tra gli italiani Tabucchi, Buzzati, Primo Levi, Fenoglio. Tu cosa leggi?

    Piace a 1 persona

    1. Io ho letto alcuni racconti di Chekov, Carver, Hemingway. Ma non mi sono avvicinata solo ai classici, ho letto con piacere la raccolta di Giuseppe Lamberti, ispirata principalmente dalla letteratura latinoamericana e sto per approfondire proprio questa letteratura nel genere del racconto.

      Piace a 1 persona

  3. Il mio rapporto con i racconti brevi è molto altalenante, li adoro quando sono racconti dell’orrore (come Poe, Lovecraft o King) e mi resta difficile leggere un libro di soli racconti quando sono più “generici”(come una raccolta di Sherlock Holmes). Però il bello di quanto una raccolta ti prende è che non riesci a smettere, uno tira l’altro!
    Di Carver ero tentata di prendere proprio Il mestiere di scrivere qualche tempo fa, lo consigli?

    Piace a 1 persona

  4. Anch’io mi sono recentemente avvicinata ai racconti, principalmente perché è un periodo in cui non ho moltissima voglia di leggere e se inizio dei mattoni rischio di trascinarmeli per secoli. Ho sempre avuto pregiudizi verso questa forma narrativa perché temevo di non riuscire a farmi coivolgere, e invece ho capito che – se sono scritti bene – colpiscono tanto quanto i romanzi.

    Piace a 1 persona

  5. Ho letto un sacco di blogger lamentarsi della scarsa attenzione che spesso si riserva ai racconti, per i più svariati motivi: a forza di lamentarci, finiremo per indurre un sacco di seguaci a buttarsi sulle storie brevi! XD
    A me personalmente piacciono molto i racconti… sanno essere estremamente affascinanti nella loro brevità obbligata!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Italian book challenge

Il campionato dei lettori indipendenti

Diario di un viandante

La bellezza è negli occhi di chi legge

DESTINI INCROCIATI

solo chi non si pone limiti vive davvero

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: