Galeotta fu Più libri più liberi e chi la inventò!

plpl16-verticale-1Aspettando Più libri più liberi, la prima fiera dell’editoria che io abbia mai visitato.

Iniziò tutto circa un anno fa quando, dopo aver scelto di interrompere gli studi universitari, mi guardai intorno chiedendomi da dove volevo iniziare. Per prima cosa, mi cercai un impiego – era il periodo estivo e non fu difficile trovare qualcosa. Una volta terminato il periodo estivo il contratto non mi fu rinnovato. Mi trovai quindi a fine settembre non tanto al punto di partenza, quanto ancora più decisa a fare esperienze formative e utili alla mia crescita personale.
Spulciai internet in cerca di un corso di editoria professionale e abbordabile per le mie finanze, la scelta ricadde sul corso principe per redattori editoriali di Oblique Studio. È stata una delle decisioni più belle della mia vita. Ero la più giovane e la meno qualificata rispetto a tutti gli altri compagni di corso, ma la passione che sentivo e che sento tuttora mi spinse ad affrontare quell’avventura con tutta l’umiltà e l’attenzione possibile. Ho cercato di rubare con gli occhi e con le orecchie tutte le sfumature delle spiegazioni e delle esercitazioni. Inoltre, e qui ci ricolleghiamo all’incipit, grazie al corso e soprattutto agli obliqui insegnanti che mi hanno spinta a migliorare e a essere sempre più Continua a leggere “Galeotta fu Più libri più liberi e chi la inventò!”

Recensione: I pesci non hanno gambe, Jón Kalman Stefánsson

20150504124227_247_cover_media

Il libro

I pesci non hanno gambe è un libro edito da Iperborea casa editrice che riesce ad arricchire un catalogo già di per sé molto prezioso. Jón Kalman Stefánsson, autore del libro in questione, scrive una saga familiare dai toni freddi e caldi insieme, intrecciando nella Storia di Keflavíc le storie delle famiglie più antiche e di quelle appena create, innescando un carillon di emozioni che il lettore non può far altro che accettare come vere e tangibili.

In questo libro possiamo seguire le vicende del poeta ed editore Ari, che ha lasciato Keflavíc e la sua famiglia dopo aver tradito la moglie, rendendosi conto di vivere Continua a leggere “Recensione: I pesci non hanno gambe, Jón Kalman Stefánsson”

Mania da lettrice #16

Da qualche mese ho sviluppato una curiosa nuova mania, ovvero l’attenzione e la curiosità per i racconti. Ultimamente sto leggendo diverse raccolte, spinta dalla lettura del libro Il mestiere di scrivere di Carver, che ha notato quanto la forma del racconto breve stia lentamente prendendo piede tra i lettori. Anche a voi sta capitando la stessa cosa? Quanta attenzione avete verso questa forma di scrittura?