La lettura del week end

libriprimavera-702x336

Buon inizio del fine settimana!
Come state? Qui a Roma il sole comanda, fa caldo e fuori si sta molto bene.
Oggi sarà una giornata piena che prevederà una presentazione interessantissima e due nuove letture totalmente improvvise.

unnamedLa prima lettura improvvisata è Viagginversi di Valeria Gentile (Exòrma Edizioni).
Questo libro è: “Un libro reportage, una mostra fotografica itinerante, un evento culturale con aperitivo e dibattito, rubrica di un programma radiofonico con musiche dal mondo, spettacolo teatrale… Un lungo viaggio in giro per il mondo — Giappone, Cina, Libano, Palestina, Senegal — per incontrare i poeti contemporanei e scoprire quale può essere il valore della poesia nel loro Paese. Nel libro, anche attraverso le voci e i testi dei poeti Akira Takenami, Ho Wu Yin Ching, Husam Alsabe, Joumana Haddad e Alioune Badara Bèye si raccontano i caratteri delle comunità e dei territori, cibo e passioni, città moderne e storie antiche.”

Insomma, parliamo di poesia e di viaggi, un mix che personalmente adoro. Come potevo non accettare questo regalo? Ho l’impressione che sarà una bella lettura.

caravan_enriquez_cover_31mar14-mini1La seconda lettura improvvisa è… Quando parlavamo con i morti di Mariana Enriquez (caravan edizioni), ma scommetto che ne avrete già sentito parlare sul web. Questa piccola raccolta di racconti infatti sembra aver colpito chiunque lo abbia letto.
Io ho appena terminato il primo dei 4 racconti e devo dire che capisco chi ne ha parlato così bene. Mariana Enriquez crea un’atmosfera che ti avvolge completamente, staccandosi improvvisamente dal tuo corpo una volta finita la lettura e facendoti rimanere imbambolato per un bel po’ di tempo.
Non vedo l’ora di terminare la lettura e parlarvene.

In un clima freddo come quello suggerito dall’horror, intriso di suspance e di mistero, viene voglia di mettersi seduti comodi sul divano e staccare la spina dal resto del mondo, ed è proprio quello che mi accingo a fare.

Avevamo già parlato di Hakan Günday e del suo Ancóra. Quello che posso dirvi di nuovo è che ho scoperto un autore in grado di sconvolgermi profondamente in poche righe. Non voglio aggiungere altro perché ve ne parlerò presto.

Oggi voglio concentrarmi solo su queste cose, domani è un altro giorno. 😉

Ancora buon week end e buone letture!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...