Vi consiglio una bella voce

significato-della-mimosa-per-la-festa-della-donna-851497530[3824]x[1589]780x325

Care donne, buongiorno!
Oggi è un nuvoloso 8 marzo, il vento fischia forte vicino alle orecchie e i pensieri corrono tra le numerosissime notizie di cronaca che avrei voluto dimenticare, per comodità, per vergogna. Spesso ci lamentiamo dei nostri problemi di vita quotidiana, di non essere comprese, di non essere rispettate, dimenticando però un semplice e piccolo dettaglio: siamo vive. Io e voi, donne che state leggendo, siamo vive, ok? Abbiamo infinite possibilità davanti ai nostri piedi, mille strade da percorrere, alcune facili e altre impervie. Ma la vita non sarebbe tale senza ostacoli e buche profonde. Sta a noi il prossimo passo, stanno a noi le future scelte.88-07-90060-0_Woolf_Una stanza tutta per sé.indd
Tutte noi abbiamo una figura di riferimento, una personale supereroina da prendere come esempio. Per me questa persona è mia madre, senza la quale non sarei qui, non solo nel senso letterale e biologico del termine, ma anche perché senza di lei non sarei la persona che sono.

Ma la fortuna di essere una lettrice è conoscere una quantità smisurata di persone e personaggi, reali o fittizi. Tra queste c’è una donna in particolare, dallo stile inconfondibile, dalla storia memorabile e dal talento smisurato. Sto parlando di Virginia Woolf.
9788807900594_quarta.jpg.448x698_q100_upscalePer la biografia impiegherei troppo tempo e per la fretta di finire sicuramente dimenticherei qualche nozione, perciò vi metto il link di una rivista di critica culturale online, La Frusta Letteraria, che trovai ai tempi del liceo, quando mi approcciai allo studio di questa straordinaria autrice. Dunque passo direttamente allo scopo di questo post, consigliandovi i libri della Woolf che più ho amato e che più si addicono a noi Donne.

– La signora Dalloway: in questo romanzo emerge prepotentemente il caratteristico amore che la Woolf aveva per le donne.
– Gita al Faro: il commento della sorella Vanessa, estrapolato da una sua lettera, vi farà capire quanto sia importante questo libro per capire chi fosse Virginia Woolf, come donna e come scrittrice: «A me sembra che tu abbia tracciato un ritratto della mamma che le somiglia più di quanto avrei mai creduto possibile. È quasi doloroso vedersela risuscitare davanti. Sei riuscita a far sentire la straordinaria bellezza del suo carattere… È stato come incontrarla978-88-541-2624-4 di nuovo… Essere riuscita a vederla in questo modo a me sembra un’impresa creativa che ha del miracoloso… L’immagine che dai di lei sta in piedi da sola e non solo perché evoca ricordi. Mi sento eccitata e turbata e trascinata in un altro mondo come lo si è solo da una grande opera d’arte.»
– Una stanza tutta per sé: in questo breve romanzo si concentra tutto il pensiero femminista di Virginia, che si mette a nudo sfidando la soffocante cultura maschilista.

Questi libri sono le pietre miliari della mia biblioteca personale e anche nella vostra non dovrebbero mai mancare.
Ricordate chi siete e quanto valete, buona giornata!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...