Diario di bordo: racconti

835b0-words2bpageBuonasera lettori!
Questa sera voglio parlarvi di un argomento molto semplice, uno di quelli così semplici che, certe volte, sembrano sfuggirci.
Avete presente quando vi vengono in mente delle storie e decidete di buttarle giù su un foglio di carta o di Word e iniziare così una nuova avventura? A me è successo moltissime volte tempo fa, mi piaceva (mi piace tuttora, in realtà) scrivere, e dedicarmi a questa bellissima passione, sicuramente meno forte della lettura e forse non coltivata come avrebbe dovuto essere. Amavo molto scrivere dei brevi episodi – sì, li chiamo episodi – di vita quotidiana. Ma soprattutto amavo descrivere delle sensazioni molto forti, a volte accompagnate da qualche indizio di storia. Purtroppo non sono mai riuscita a finire nessuno dei miei scritti, forse proprio perché non erano nati come delle storie in sé e per sé (alcune sì ma, ahimè, non ho avuto la costanza per poterli finire, e questo è uno dei miei grandi difetti nell’ambito della scrittura). A dir la verità qualche piccolo racconto l’ho scritto, ma proprio piccolo piccolo, e la soddisfazione rileggendoli è stata grande. Ma parliamo piuttosto di cose serie. Fortunatamente ho potuto leggere molti racconti di scrittori meritevoli, alcuni geniali, da Poe a Checov, da Tove Jansson a Carver a Mann. E ultimamente ne ho potuti leggere altrettanti di esordienti.

Continua a leggere “Diario di bordo: racconti”

Annunci

Poesie da conservare #3

Una Poesia da conservare è un piccolo tesoro dimenticato tra le pagine dei libri di scuola, tra le pagine di una lettura estiva, tra le pagine di una lettura regalata da un amico. Walt Whitman, poeta, scrittore e giornalista statunitense, è ricordato per la famosa raccolta Foglie d’erba, e per l’ode che inizia con il famigerato verso: “O capitano! Mio capitano!”.

Ma Whitman ha composto decine di poesie splendide, ne ho scelta per voi una che mi piace particolarmente:

Poeti estinti, filosofi, preti,
martiri, artisti, inventori, governi d’un tempo,
forgiatori di lingue su altre rive,
nazioni un tempo potenti e ora indebolite, contratte o desolate,
io non oso procedere finché non v’abbia rispettosamente dato credito
di quanto avete lasciato sparso quaggiù,
io l’ho esaminato, riconosco che è ammirevole,
(essendovi passato in mezzo,)
penso che mai nulla potrà essere più grande,
nulla potrà mai meritare più di quanto
esso meriti, mentre lo contemplo con attenzione,
a lungo, e poi lo congedo,
io sto al mio posto coi miei giorni qui.

Qui terre femminili e maschie,
qui eredi e ereditiere del mondo, qui la fiamma della materia,
qui la spiritualità mediatrice, apertamente riconosciuta,
sempre protesa, il risultato delle forme visibili,
colei che soddisfa ed ora avanza dopo la debita attesa,
sì, ecco avanzare la mia signora, l’anima.

Poeti estinti, filosofi, preti, Walt Whitman

Walt_Whitman_-_George_Collins_Cox
Walt Whitman, 1887

La lettura del week end

pasqua-2014-viaggi

Buongiorno lettori! E buone vacanze!
Tra poco sarà Pasqua e io la passerò nel migliore dei modi, voi invece avete programmato un viaggio o resterete nelle città dove vivete?
Fatemi sapere. 🙂 books-flowers-Favim.com-488330
La primavera si avvicina minacciosa insieme all’allergia ma teniamo duro e godiamoci la vista di questi alberi in fiore!
Anche questo sabato vi parlerò della lettura che impegnerà il mio fine settimana, una
bellissima lettura in realtà. In effetti ne sto parlando da giorni e ormai saprete già di che libro si tratta, ma per i nuovi lettori passati per caso in questo folle ritaglio di spazio virtuale (perché crederci non fa male, no?) svelerò comunque il titolo in questione: La scopa del sistema di David Foster Wallace.Wallace-Scopa-del-sistema

Dunque, ho comprato questo libro perché Continua a leggere “La lettura del week end”

Recensione: In Bianco, Marco Bigliazzi

inbianco_copertina_nuova_1024Il libro

L’architetto Saverio Zefiro abita a Livorno e si trova in una situazione di sconforto, il lavoro procede a rilento, i soldi non bastano a mantenere lo studio nel palazzo di via Grande, tant’è che si trova costretto a traslocare lo studio a casa sua. Un giorno sta tornando lì per controllare di aver preso tutto quanto quando uno dei condomini del palazzo, l’architetto e politico Gianluca Rappoli, lo chiama per una cortesia. Sta ristrutturando l’attico per affittarlo a un americano, ma gli imbianchini non riescono ad accedere a una delle stanze che sembra chiusa dal di dentro. Saverio non ha alcuna voglia di intrattenersi ancora nel palazzo che gli ricorda lo sfiorato fallimento del proprio lavoro, ma non ha molto da fare e neanche una gran voglia di rimboccarsi le maniche e mettersi in cerca di qualche nuovo impiego, perciò accetta. Ma nella stanza chiusa a chiave si scopre che un omicidio è stato architettato con fredda ferocia. Un corpo completamente nudo sdraiato sul pavimento, interamente dipinto di bianco. Saverio non ci mette molto a capire di chi si tratta, il suo ex professore di disegno Franco Carrara. Da quel giorno Saverio sembra sempre più interessato all’omicidio e si ritrova a seguire due piste diverse, la prima nata dalla vendetta, la seconda invece nata dalla politica. Scoprirà Continua a leggere “Recensione: In Bianco, Marco Bigliazzi”

Giornata Mondiale della Poesia

4d2903e400436568f1228a583ae9c811
a5a50ed4c03bf4e01bf403b35ee63787Buonasera lettori!
Come è andata la prima giornata della settimana nonché primo giorno di primavera? Spero bene! 🙂
Oggi Google ci ha regalato un dolce doodle in onore di una persona amata da molti italiani (e non solo): Alda Merini (1931 – 2009), famosa poetessa italiana.
Il caso vuole, inoltre, che oggi sarebbe stato il suo compleanno, proprio oggi 21 marzo, data in cui si festeggia la Giornata1331047490764DiVerso_09 Mondiale della Poesia, istituita nientemeno che dall’UNESCO nel ’99.

Dal sito ufficiale ho quindi voluto citare le parole del prof. Giovanni Puglisi – Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO – in una dichiarazione del 2013: Continua a leggere “Giornata Mondiale della Poesia”

Il Diario dei libri è approdato su Facebook!

♦♦♦
Cari lettori,
volevo comunicarvi che il Diario dei libri è finalmente approdato su Facebook, vi invito perciò tutti quanti a passare e a mettere un piccolo mi piace. Non costa nulla e ci vuole un secondo. 🙂
curtir
Qualche post condiviso e poche altre cose troverete in questa neo pagina ma ci sto lavorando. Anzi, se avete qualche consiglio da darmi è ben accetto! 😉
Ci vediamo su Facebook!

♦♦♦

Festa del papà e piccoli gesti quotidiani

festa-del-papà

Oggi è la festa del papà, ricorrenza che si porta dietro il meraviglioso dolce di San Giuseppe: le zeppole! Piacciono a grandi e piccini ed è un ottimo espediente per trascorrere qualche dolce momento insieme al proprio padre.
Per questa ricorrenza avevo pensato di riportarvi una citazione da Anna Karenina, che descrive il momento in cui Levin diventa padre:

[…] tornato nel mondo della realtà, faceva grandi sforzi mentali per capire che lei era viva, sana, e che l’essere che strideva in modo così disperato era suo figlio… Ed era indicibilmente felice. Ma il bambino? Di dove veniva, perché, chi era? […] Non poteva assolutamente capire, non poteva abituarsi a questo pensiero…
«Guarda adesso», disse Kitty, voltando verso di lui il bambino affinché potesse vederlo. Il visino senile a un tratto si corrugò ancor più e il bambino sternutì. Sorridendo e trattenendo a fatica lacrime di commozione, Levin baciò la moglie e uscì dalla stanza buia.
Quel che provava verso quel piccolo essere non era affatto ciò che si era aspettato. Nulla di allegro e gioioso c’era in quel sentimento; al contrario, una nuova tormentosa paura. Era la coscienza di un nuovo lato vulnerabile.

In questo passo si accavallano due sensazioni dominanti nella figura paterna: commozione al pensiero di un figlio e terrore di avere qualcosa da perdere, un nuovo ed enorme punto debole.

Continua a leggere “Festa del papà e piccoli gesti quotidiani”

La lettura del week end

Wallace-Scopa-del-sistemaBuongiorno lettori!

Questo sabato spunta in un cielo sereno e carico di azzurro, un vento piacevolmente fresco agita le foglie degli alberi e io sono piena di energie!
Questo fine settimana vedrà la conclusione della lettura di In Bianco, il romanzo giallo ambientato a Livorno di Marco Bigliazzi, un romanzo che mi sta catturando e coinvolgendo nella trama ricca di colpi di scena e ben strutturata.
Mi accompagnerà al termine di questa lettura un altro romanzo, questa volta ci spostiamo in America e parliamo di un vero e proprio colosso della scrittura. Ne avevo già sentito parlare in diverse occasioni ma non ne avevo mai letto ancora niente. Ultimamente è uscito un film – si intitola The end of the tour, lo avete visto? Come vi è sembrato? Ditemelo nei commenti 🙂 – che lo racconta dal punto di vista di un altro scrittore,
decisamente più sconosciuto di lui, e che ne racconta i pensieri più intimi, quelli anche più Continua a leggere “La lettura del week end”

Recensione: L’uomo di Schrödinger, Giovanni Marchese

1422005389_10942750_10153033872655789_4726041659416041045_nIl libro

L’uomo di Schrödinger – edito da Verba  Volant edizioni – racconta il difficile viaggio compiuto da un giovane uomo che ha perso la memoria, non quella collettiva però, in quanto i suoi riflessi e la sua conoscenza dei concetti base come albero, casa, mangiare, dormire, sono perfettamente intatti. Tuttavia la memoria personale sembra essere danneggiata
e riaffiora in alcuni momenti del suo viaggio per pochissimo tempo, riportando a galla visioni di lui in compagnia di amici o della sua vita infantile, di suo padre e dei suoi vicini. Mentre quest’uomo viaggia cercando di scoprire la propria identità, si imbatte in una setta religosa, in due aliene ibride incaricate di sorvegliare misteriose e pericolose uova marziane, in un vecchio che vive per strada e che si lamenta di un’epidemia e dello stato della società, nella bizzarra famiglia di un attore porno che – in base alle poche scoperte fatte – dovrebbe essere un suo amico o quantomeno un suo conoscente, in due prostitute ormai in là con gli anni che cercano di farselo non appena le incontra. A fare da sfondo a questa odissea c’è il misterioso e Continua a leggere “Recensione: L’uomo di Schrödinger, Giovanni Marchese”