Recensione: Un cuore così bianco, Javier Marías

thumb_book-un-cuore-cosi-bianco.330x330_q95Il libro

La storia inizia perfettamente in media res con una tragedia familiare che vede la giovanissima Teresa togliersi la vita nel bagno di casa, durante un pranzo in famiglia. Era appena rientrata dal viaggio di nozze ma il suo stato d’animo era tutt’altro che euforico. Cos’era successo a quella giovane ragazza? Marías decide di rispondere a questa domanda mettendo temporaneamente a tacere la storia di Teresa, mantenendo così la tensione e la suspance nel lettore.
Dunque, grazie ad un salto in avanti nel tempo, inizia il racconto Juan, nipote di Teresa e figlio di Franz, marito di sua zia che dopo essere rimasto vedovo si è risposato con la sorella.
Juan è un trent’enne appena sposatosi con Luisa. A Cuba, durante il viaggio di nozze, Luisa si sente poco bene, fortunatamente non si tratta di nessuna grave malattia esotica, ma per Juan questo episodio rappresenta un losco presagio. Il suo stato d’animo, che attraverso i suoi pensieri scopriamo essere sempre più angosciato, si aggrava nel momento in cui ascolta la conversazione tra due amanti clandestini che parlano di “togliere di mezzo” la moglie di lui per poter vivere seneramente la loro relazone. Trovatosi di fronte a simili argomenti, Juan ripensa al giorno delle sue nozze e a quando suo padre gli diede il consiglio forse meno adatto all’occasione: “– Ti dico solo una cosa, – disse. – Quando avrai un segreto, o se già ce l’hai, non raccontargielo –.”
Da questo momento in poi Un cuore così bianco trova il suo incipit più rappresentativo.

Estratto 

“Crediamo di conoscere chi ci vive accanto, ma il tempo porta con sé molte più incognite che certezze, e in proporzione si sa sempre di meno, con il tempo si allarga la zona d’ombra.”

Commento

Un cuore così bianco è un romanzo particolare, inutile negarlo, sostenuto non tanto dalla trama e dagli intrecci, quanto dal flusso di pensiero dei personaggi, dai loro stati d’animo, dalle descrizioni. La scrittura di Marías infatti si presta perfettamente a queste cose. Il modo in cui le digressioni sia psicologiche che filosofiche si succedono nel romanzo quasi casualmente, mi ha impedito di poggiare il libro sul comodino per più di qualche ora. L’ho letto in pochi giorni e quando sono arrivata alle ultime righe mi sono rattristata, volevo saperne di più di Juan e del suo rapporto con Franz. Sarà diverso? Juan farà finta di non aver scoperto il suo segreto più intimo?
Marías in questo romanzo dallo sfondo nero e inquietante, presenta argomenti così usuali come l’amore, il matrimonio, la fiducia e le bugie, argomenti così intimi che nella loro individualità possono essere considerati collettivi, che ci mette di fronte a interrogativi che tutti noi ci siamo sempre posti ma ai quali abbiamo spesso evitato di rispondere. Secondo me questo libro merita di essere presente nella vostra libreria personale, è un classico che si fa sentire fin dentro al cuore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...